Home > I prezzi dei prodotti senza glutine

I prezzi dei prodotti senza glutine

L’erogazione gratuita dei prodotti

C’è un aspetto che produttori, farmacisti, associazioni, negozianti, etc spesso non sottolineano: non è il celiaco il cliente degli alimenti senza glutine. Il cliente è lo Stato.

In Italia, i prodotti gluten free sono considerati alimenti dietoterapeutici e come tali sono sovvenzionati dallo Stato che tramite il Servizio Sanitario Nazionale ne prevede l’erogazione gratuita. Nessun paese (ad eccezione di Malta e della Grecia) attua una politica del genere. Quello che a molti sembra un diritto ovvio è in realtà un diritto acquisito a seguito di una grande vittoria di AIC addirittura risalente al 1982.

Come tutte le medaglie anche questa medaglia d’oro ha però un’altra faccia: pagando di fatto lo Stato, il prezzo dei prodotti rimane naturalmente alto, tecnicamente si dice che la domanda è “anelastica” rispetto al prezzo, perché all’aumentare del numero delle diagnosi (e quindi dei celiaci) il prezzo dei prodotti anziché scendere come succede per gli altri prodotti, rimane costante (ed anzi aumenta come è accaduto negli ultimi anni).

In questo caso le leggi del mercato e della libera concorrenza non valgono, in quanto se il cliente è lo Stato e se il numero dei potenziali clienti cresce naturalmente, a nessun produttore conviene abbassare i prezzi: perché dovrebbe farlo?
Ecco perché ci sono sempre più prodotti ma a prezzi sempre e costantemente elevati.

Tendenzialmente il consumatore celiaco non è interessato al prezzo dei prodotti non dovendoli pagare di tasca propria; il celiaco non premia quindi eventuali politiche di prezzi contenuti delle aziende (ammesso che ve ne siano) ma bada al gusto ed alla palatabilità dei prodotti prima che al prezzo degli stessi. A conferma di ciò basta notare che molte farmacie non espongono neanche il prezzo dei prodotti gf in vendita.

Innovazione, distribuzione, peculiarità del prodotto

Non è oggettivamente semplice produrre prodotti senza glutine buoni tanto da poterli paragonare agli alimenti contenenti glutine. Innovazione, ricerca e sviluppo sono quindi tre voci che hanno un certo peso nel prezzo finale dei prodotti, certamente più gustosi al palato rispetto agli anni scorsi.

Altra caratteristica molto particolare è la distribuzione chiusa dei prodotti gluten free, disponibili nelle farmacie (non tutte e con assortimenti scarsi), da poco tempo in alcune catene della grande distribuzione ed in pochi negozi specializzati. Praticamente oggi in Italia vende prodotti senza glutine solo chi può ritirare i buoni spesa della ASL (Azienda Sanitaria Locale) di appartenenza del celiaco.

A rendere il prezzo ancora più elevato è non solo il costo delle materie prime sempre maggiore ma anche la prevenzione dai rischi di contaminazione crociata. Se il costo della materie prime riguarda tutti i prodotti, con e senza glutine, per un’azienda produttrice di prodotti gluten free prevenire le contaminazioni, organizzare la produzione e la filiera produttiva, effettuare controlli in tutte le fasi dalla lavorazione al trasporto, sono tutte attività che necessariamente ricadono sul prezzo al consumatore. A questo si aggiungano poi i costi inerenti le certificazioni e la burocrazia intorno alle singole linee di prodotto.

La sfida di Celiachiamo nell’abbassare i prezzi

Celiachiamo.com prova nei limiti delle possibilità ad abbassare i prezzi. Certo, non li abbassa di molto…ma solo perché non può.
I prezzi dei prodotti senza glutine sono altissimi all’origine. Alle nostre spalle non c’è una grande corporate od una rete di farmacie. Più vendiamo e più riusciamo ad avere quel minimo di potere contrattuale con i produttori.

Abbiamo deciso di fornire ai celiaci come noi un servizio professionale e capillare in tutta Italia. Largo spazio è stato dato ai prodotti freschi e artigianali: trovare un partner affidabile e con prodotti davvero buoni è stato difficilissimo. Abbiamo perso il conto delle aziende e dei laboratori visitati negli ultimi due anni. Ecco perché abbiamo deciso di sviluppare insieme a Cose dell’altro pane un sodalizio che partisse su due binari: il gusto e l’assoluta garanzia del senza glutine. Senza compromessi a scapito dell’uno o dell’altro aspetto.

Gli sforzi per mantenere i prezzi sotto una certa soglia sono stati notevoli: aumenta il costo delle materie prime, si scelgono prodotti di qualità, si punta sempre più sul biologico, sulla filiera corta, si sperimentano nuovi prodotti, si acquistano nuovi macchinari, si fanno continui controlli e ci si aggiorna costantemente.
Il prezzo invece rimane invariato. Certo, è imparagonabile a quello dei prodotti con glutine, ma da oggi esiste una serie di prodotti freschi ed artigianali garantiti senza glutine in 24-48 ore dal laboratorio a casa tua.
Dietro questo, dentro questo, c’è un mondo fatto di passione, sorrisi, fatica, attenzione, competenza.

Celiachiamo.com accetta esclusivamente i buoni ASL della Regione Lazio e della Regione Umbria per l’erogazione gratuita dei prodotti gluten free. Siamo stati il primo punto vendita extra-farmaceutico ad ottenere l'autorizzazione, dopo non poche fatiche. In Via Giulio Venticinque n° 32/34 a Roma c'è quindi un vero e proprio market dedicato esclusivamente all'alimentazione senza glutine.
In Via Carlo Caneva 40 c'è il nostro secondo punto vendita, che ha la caratteristica di essere anche un laboratorio artigianale dedicato interamente alle produzioni senza glutine: un vero e proprio forno e pasticceria gluten free.
A Terni, in Zona Fiori 3/B, ritiriamo le ricette della Regione Umbria: anche in questo caso siamo stai i pionieri della Regione, essendo il primo punto vendita non farmaceutico autorizzato al ritiro ricette.
Ogni regione ha una sua normativa iriguardo alle ricette mensili: variano sia i tetti di spesa sia le modalità di erogazione. Entrambi gli aspetti sono assurdi, ma ad oggi è così. La nostra sede è a Roma, ed anche se vorremmo ritirare le ricette di tutta Italia, purtroppo questo ci è negato. I prodotti in vendita on line sono quindi a pagamento.
Crediamo che il mercato dei prodotti senza glutine si liberalizzi anche e soprattutto rendendo ovunque disponibile l’approvvigionamento dei prodotti.

Fare la spesa in farmacia: quello che ad oggi ci sembra normale, se ci fermiamo un secondo a riflettere non può che lasciarci perplessi.

Ogni celiaco è un mondo: il servizio personalizzato

Visti tutti questi ostacoli, moltissime aziende produttrici ci hanno chiesto perché mai eravamo intenzionati ad aprire un sito internet dedicato alla vendita in tutta Italia di prodotti senza glutine.

Ogni volta noi rispondevamo a questa domanda ponendo altrettanti quesiti:

  • C’è chi sa di essere celiaco, chi è allergico o intollerante al glutine ma ha biopsia intestinale negativa perché prima ha iniziato la dieta e poi, una volta migliorato lo stato di salute ed il livello di atrofia dei villi, ha effettuato la gastroscopia. Queste persone sono celiaci ma purtroppo non hanno il diritto dei celiaci all’erogazione gratuita dei prodotti.
  • C’è chi ha un bambino fino a un anno, fino a 3,5 anni o fino a 10 anni di età: in molti si rendono conto che il tetto di spesa dei buoni non è sufficiente per coprire le esigenze alimentari particolarissime dei piccoli celiaci. Dolcetti, biscotti, merendine, etc se possono essere superflui per un adulto, sono importantissimi anche sotto l’aspetto psicologico per un bambino o per un adolescente. Queste tipologie di prodotto costano molto e rischiano di esaurire da sole l’intero buono spesa.
  • Ci sono alcune regioni d’Italia in cui le tradizioni culinarie necessariamente portano verso un consumo maggiore di pane, pizza, derivati del pane, etc rispetto ad altre località. Se poi per comodità è tutta la famiglia a mangiare gluten free, spesso il tetto mensile coperto dai buoni viene superato.
  • Se si è in viaggio, in vacanza, universitari fuori sede, è sempre possibile e conveniente fare le provviste, spedire o farsi spedire il pacco-mese?
  • Pasta all’uovo fresca, ripiena, pizza, biscotti, dolci, merende, tutti prodotti artigianali e garantiti. A questi aggiungete le migliori marche di prodotti confezionati (Schar, BiAglut, Pandea, Nutrifree, Giusto, etc) da scegliere tra un assortimento di prodotti difficilmente replicabile in una qualsiasi farmacia e disponibili a casa propria, in tutta Italia, in 24-36 ore.
  • Donne in gravidanza o allattamento, celiaci sportivi o che svolgono lavori particolarmente faticosi: tutte categorie di persone che necessitano di un apporto calorico giornaliero che implica necessariamente un’alimentazione più ricca di prodotti senza glutine.
  • Compleanni, feste o matrimoni. Dove trovare un servizio catering senza glutine?
  • Nelle farmacie e nei negozi specializzati si trovano spesso solo o quasi prodotti mutuabili. E tutte le altre centinaia di prodotti senza glutine garantiti?
  • Soggetti a cui non è stata diagnosticata alcuna forma di celiachia ma a cui il medico (allergologo, dietologo, nutrizionista) ha consigliato di alimentarsi per un certo periodo di tempo con una dieta senza glutine.
  • Amici, fidanzati, parenti di celiaci che vogliono far loro un regalo gradito con la garanzia di una serie di prodotti sicuri.
  • Persone che oltre ad essere intolleranti al glutine hanno altre intolleranze o allergie alimentari: su celiachiamo.com si trovano prodotti che oltre ad essere senza glutine possono essere senza lattosio, senza zucchero, senza uova, senza soia, senza sale, senza lievito. Non è sempre semplice il reperimento di prodotti con queste caratteristiche.
  • Le farmacie, non solo quelle di provincia, sono spesso sprovviste di prodotti senza glutine o al massimo vi dedicano un solo scaffale: pochi prodotti e sempre gli stessi. Molti farmacisti inoltre non espongono i prezzi dei prodotti in vendita…e chissà perché, ma il buono si esaurisce quasi subito.
  • A volte non è possibile percorrere decine di chilometri e rimanere imbottigliati nel traffico per fare la spesa in farmacia, non certo il posto più naturale dove comprare cose da mangiare. E se mi sono annoiato di mangiare prodotti confezionati? Se voglio una buona pizza, un dolce, un biscotto senza glutine fresco?

Prezzo, gusto, sicurezza, attenzione, allegria

Ecco, Celiachiamo.com nasce per questo. Per dare un’alternativa alla farmacia, per far arrivare in tutte le case prodotti differenti, gustosi. Per fornire ai celiaci un assortimento di prodotti senza paragoni. Per proporre una cultura del senza glutine che non significa più senza gusto, senza sapore. Insieme a questo mira a mettere in comunicazione neo-diagnosticati e celiaci di lunga data con gli specialisti e con tutte le informazioni che vanno dalle nozioni basilari su cos’è la celiachia alle patologie correlate, passando per le evoluzioni della ricerca medica.

Non si dimenticano altri aspetti importanti come la cucina senza glutine e perché no, proviamo a non prenderci troppo sul serio scherzando sulla celiachia con le nostre vignette. Dulcis in fundo, un blog in cui incontrarci e scambiarci informazioni ed opinioni.

Perché solo insieme impariamo. Solo insieme cresciamo. Solo insieme Celiachiamo.