Posts Tagged ‘natale senza glutine’

Natale GF e le feste con i parenti serpenti

Sunday, November 30th, 2008

celiachia e parenti

celiachia e parenti

Si avvicinano le feste e tra il pensiero di cosa regalare alla schiera di parenti c’è da pensare ai vari cenoni  e pranzi delle feste.
Tutti i celiaci prima  o poi si trovano ad affrontare come si organizza il cenone figuriamoci se GF (Gluten Free).
Che i parenti siano serpenti questo si sapeva e come dice il mio parroco “il parente te lo ritrovi, gli amici no”, <santissime parole>…

Correva l’anno 2004 e la  celiachia era appena entrata in casa nostra e scoprimmo che  la cosa diventava pesante più quando si stava  in compagnia dei parenti che degli amici.
Finché inizialmente era celiaca solo Giorgia, era la più piccola e mangiava talmente poco, l’obbligo di dover preparare per lei un piccola cosa a parte non suscitava grossi problemi negli altri (io le darei il mondo intero).
Il bello è venuto quando è diventato celiaco mio marito e quindi a certe sensibilità ci bada di più e ora che sta crescendo ci bada anche lei.

Con amici e conoscenti non avevo mai dovuto portare (anche se invitata all”ultimo momento) neanche il sacchetto con la pasta e il pane perché hanno sempre pensato loro a questo o in alternativa un piatto di riso non è mai mancato.
Con i parenti invece è stata una battaglia che sembrava persa, continue arrabbiature e io, che non sono celiaca,  avevo la lacrimuccia pronta, voglia di spaccare  tutto quando sentivo mia  cognata nonché sorella di mio  marito dire “portati la pasta e il pane” e…mai che si sbattezzasse ,  “la vendono pure al discount”, oppure  frasi del tipo: “ahhh non pretenderai che i fritti (carciofi) li facciamo con la tua farina…dopotutto neanche ti conviene” (a livello economico).
Quell’anno questi fritti furono l’argomento più importante…tra borbottamenti vari furono fatti tutti gf (sotto nostra insistenza) perché c’è un po’ di pregiudizio che non vengano bene come con la farina normale, si bruciano, non rende la farina, ogni sorta di scusa.

L’anno successivo mi sono offerta di preparare tutto dalla A alla Z, preparando ovviamente i fritti naturalmente gf (il mio intento era quello di creare un po’ di sensibilità); mi preparai bene anche qualche battuta di spirito o comunque con risposte simpatiche e tranquille alle osservazioni fatte in merito e come suggerito dagli amici del web seguii il consiglio di evitare possibilmente le azioni violente tipo: “ Se hai rabbia da sbollire un corso di box o un tiro a segno con la foto di tua cognata può aiutare…” :-)
Il Cenone fu divorato tutto e nessuno si accorse che era totalmente gluten free, non parliamo della fatica, ma il risultato non è stato solo a livello pratico per l’impossibilità di contaminazione ma anche nell’essere riuscita a far capire che GF E’ BUONO OLTRE CHE SANO è servì per le  volte successive, quando gli invitati eravamo noi.
Oggi se siamo invitati la pasta non la portiamo più, provvedono i padroni di casa: si concorda talvolta insieme il menù come succede appunto sotto le Feste, come fanno tutte le famiglie “normali” e così anche noi abbiamo riconquistato questa “normalità”…
Evviva. Un’altra battaglia è vinta ma non ci sono ne vinti ne vincitori, siamo solo “cresciuti” tutti.

Monica