Posts Tagged ‘intolleranza lattosio’

Non si vive di solo lattosio

Sunday, October 19th, 2008

Intollerante al lattosio

Intollerante al lattosio

“Sei intollerante al glutine? E sei intollerante anche al lattosio? Quindi non puoi mangiare la pasta? E non puoi nemmeno bere il latte? E come fai la mattina, con che fai colazione? Col latte di soia?… Ma fa schifo… No… Io non ce la farei a rinunciare ad una bella tazza di caffellatte con le Macine… Ma non puoi mangiare la margherita!! Nooooo!!! Io non ce la farei proprio a stare senza pizza, mi piace troppo.. ma come fai? E che cosa puoi mangiare? Il riso… Nemmeno le lasagne puoi mangiare!…Ma come ti senti quando, per esempio, vai a cena fuori e tutti mangiano una cosa e tu non la puoi prendere?

Ecco, potrei continuare ancora a lungo, ma mi voglio fermare, tanto so che già avete capito tutti di cosa sto parlando! Quante volte siete usciti con amici o colleghi di lavoro e appena è saltato fuori che c’erano dei cibi che non potevate mangiare la conversazione è stata monopolizzata dall’ “interessantissima” e dettagliata descrizione del che cosa potete e non potete mangiare? Ovviamente seguita da tutti gli inutili e fastidiosi commenti che ne seguono. E poi c’è la seconda fase, sempre della stessa conversazione, in cui si prende spunto da qualcosa che voi non potete nemmeno toccare e si dice a qualcun altro del gruppo: ”Ma ti ricordi quanto erano buone quelle tagliatelle con panna e funghi porcini che abbiamo mangiato quella volta che siamo andati…” e, alla faccia nostra, dopo che ci hanno detto quanto siamo poveri e sfortunati che non possiamo toccare tutte quelle prelibatezze (d’altra parte si sa, non si mangia per vivere ma si vive per mangiare!), si mettono a parlare di tutto quello che hanno assaggiato in tutta la loro vita, ovunque siano andati.

Mi piace anche quando tutta la serata mi vede protagonista di una serie infinita di battute: “Non ti preoccupare, tanto abbiamo preparato le pennette al salmone con la panna… e da bere c’è la birra o… il latte, che so che ti piace! Ahahahah!!!” e dopo un po’: ”Che ci vuoi una spolverata di parmigiano sul risotto?”… Va bene, faccio ahahah per un po’ anch’io, ma posso sapere perché la cena debba essere un piacere per tutti ed una tortura solo per me? No, perché io, visto che magari si è iniziato a cenare alle 9 e alle 11 e mezza si è ancora a tavola, forse dopo due ore e mezza mi sono stancata di farmi prendere per  il biiiiiiip da tutti!
Però “stiamo solo scherzando”! Perché me la dovrei prendere?

Adesso mi viene in mente una cosa: facciamo finta che io mi trovi a chiacchierare con un po’ di persone e che una di queste non abbia una gamba….
Ma ti manca una gamba? E come fai ad andare in giro da solo? Ma non puoi guidare! E devi farti sempre accompagnare? Noooo!!! Io non ce la farei mai a stare senza una gamba, ma che vita è? E mettiamo che sei per strada e uno ti frega la borsa, come fai che non puoi correre…Ah! Ma allora non puoi giocare neanche a pallone! Oddio che sfiga che non puoi giocare nemmeno a pallone, io non ce la farei! E non puoi andare a correre!…” e poi, rivolto ad un amico presente: ”Ma ti ricordi come stavamo bene quel periodo che l’anno scorso ce ne andavamo tutte le sere a correre al parco? Si stava proprio una favola! Dobbiamo rifarlo, magari lo diciamo pure a Luca di venire con noi perché è troppo bello! È che io quando vado a correre mi sento proprio meglio, mi scarico, dormo meglio…”

Forse non serve che vada avanti, credo di aver trasmesso la mia idea in proposito! :-)

A noi non manca certo una gamba, però forse ci domandiamo più di altri come mai in Italia l’alimentazione sia l’argomento su cui tutti, nessuno escluso, mettono bocca…nel piatto del vicino.